Angelo e la caccia alle quaglie in Macedonia

Published On: 28 Giugno 2023
caccia alle quaglie in Macedonia

La caccia alle quaglie all’estero è da sempre vista dai cacciatori come l’inizio del nuovo anno venatorio dopo lo stop di primavera.

Una delle mete preferite dai cacciatori per questo tipo di caccia è sicuramente la Macedonia.

Ecco cosa ci racconta Angelo sulla Macedonia, paese in cui ormai ha trovato una seconda casa, trascorrendovi gran parte del proprio tempo e che, in ambito venatorio, conosce a menadito!

“Da calendario venatorio, in Macedonia la caccia alle quaglie inizia il 1° agosto. Bitola, cittadina in cui si trovano le zone di caccia, farà da punto di partenza e di rientro al termine delle cacciate.

Qui i cacciatori trovano un comodo albergo con personale cordiale. La struttura è dotata di box con cucce per dare riposo ai cani all’interno dei quali, per renderli più confortevoli, è stata posta della sabbia di fiume in modo tale che i cani abbiano un giaciglio al ritorno dalla caccia.

Il viaggio per la Macedonia solitamente viene effettuato con mezzi propri, ossia il cacciatore intraprende l’itinerario in auto, imbarcandosi dal porto che più gli rimane agevole con destinazione Igoumenitsa, in Grecia. Una volta sbarcati, dopo 3 ore circa di autostrada giungerete al confine greco – macedone in cui incontrerete un nostro incaricato che, dopo il disbrigo delle pratiche burocratiche per le armi, vi accompagnerà in hotel.

Qualora invece decideste di optare per un viaggio in aereo e voleste viaggiare “leggeri”, potrete comodamente noleggiare le armi che vi mettiamo a disposizione in loco e affidare il trasporto dei vostri fedeli amici direttamente a Montefeltro che, con personale autorizzato e mezzi adibiti al loro viaggio, li porterà in Macedonia. Una volta giunti sul posto, i cani saranno sistemati negli appositi box e in attesa del vostro arrivo, saranno accuditi in tutte le loro necessità dal nostro staff in loco!

Le giornate di caccia hanno inizio con la sveglia puntata alle ore 04:30, colazione e partenza. Solitamente la caccia mattutina va dalle ore 05:30 alle 09:30, si rientra poi in hotel, si sistemano i cani, una doccia, si pranza e poi alle 16:30, dopo un meritato riposo post – pranzo, si riparte alla volta della caccia pomeridiana permanendo in zona sino alle 19:30 circa.

Questo piccolo migratore ci regala sempre emozioni inspiegabili, la sua presenza nelle zone di Bitola vi è già dai primi giorni di agosto!

quaglia macedonia

Le grandi distese, dove fino ai primi giorni di luglio c’era il grano, sono enormi stoppie in cui la quaglia, al calare del sole e alle prima ore del giorno – quando l’alba inizia a schiarire il cielo – ama fermarsi per nutrirsi di granaglie rimaste sul terreno, per poi sostare nelle ore più calde negli incolti o nelle zone seminate, in cui non manca certamente l’acqua.

Mi ricordo qualche anno fa, era la fine del mese di agosto e il caldo afoso, che qui in Macedonia dura per tutta la stagione, fino a fine settembre, non lasciava scampo. Stavamo cacciando sull’altopiano di Bitola, a circa 700m di altitudine, i terreni erano coltivati a peperoni ed altri ortaggi. Era il secondo giorno di caccia quando, per esigenze dei cani, ci dovemmo spostare nei pressi di uno di questi coltivi in cui un contadino stava annacquando i campi.

Contrariamente a quanto il pensiero comune porti alla mente sui paesi dell’est Europa, spesso viste come destinazioni restie e schive allo straniero, il contadino ci fece gentilmente abbeverare e rinfrescare i cani.

Volo, uno dei due pointer si stava bagnando e, tutto d’un tratto, fece una decina di passi con aria sospettosa e si arrestò in ferma: poco più avanti partirono una coppia di quaglie. Nemmeno durante un momento di riposo perse il focus su quello che era venuto a fare in Macedonia. Io, prontamente sparai ad una delle due, la quale cadde a terra, e il giovane pointer fece un bel riporto. Contento, continuai la cacciata su quel campo capendo che era la zona perfetta in cui proseguire a far lavorare il mio fedele ausiliare nei giorni a venire.

La zona di caccia era quella giusta nella quale continuare a cercare le quaglie, lì avevano trovato quello che gli serviva per sodisfare tutte le loro necessità: resti della raccolta e acqua in abbondanza. Con il grande caldo e la siccità era il posto più adatto!

La quaglia offre ai cacciatori un’ottima fonte di allenamento per i cani giovani da instradare nella stagione venatoria che avrà luogo nei mesi successivi.

Quando mi chiedono quale razza sia migliore per questo gallinaceo la mia risposta è sempre la stessa: “Se la razza da te scelta per il tuo ausiliare ti regala grandi emozioni allora è quella giusta!”

Come già detto molte volte a svariate persone, un cacciatore sceglie le quaglie in Macedonia sia per la facilità di organizzazione del viaggio, per sé e per gli ausiliari, sia perché si riescono a mettere sul terreno cani giovani, pressoché dei cuccioloni, a contatto con della selvaggina vera e autoctona, questo farà sì che il giovane rampollo sia preparato per la stagione di caccia.

Che dire, non mi resta che vederci in Macedonia!”

Scopri di più su questo viaggio al di là del Mar Mediterraneo e caccia anche tu le quaglie in Macedonia del Nord! Contattaci qui!

caccia alle quaglie in macedonia

Condividi Sul Tuo Social Preferito!