CACCIA GROSSA IN BOTSWANA

Il paese delle meraviglie con i trofei di kudu più belli d’Africa

Caccia grossa in Africa: Il paese delle meraviglie con i trofei di kudu più belli d’Africa

Una riserva di caccia grossa che si estende a dismisura, nel nord-ovest della Central Kalahari Game Reserve, con cui confina per 48 km. Si trova a circa 150 km dalla città di Maun e mezz’ora di aereo dal famoso Delta dell’Okavango, una regione unica al mondo dove incredibili esemplari di elefanti, ippopotami e bufali, oltre ad una incomparabile fauna ornitologica, coesistono.

Il delta dell’Okavango in Botswana è rinomato per essere una delle destinazioni di caccia grossa più prestigiose e ricercate al mondo, nonostante negli ultimi anni il Botswana abbia imposto alcune restrizioni alla caccia nello sforzo di contrastare il bracconaggio. Inoltre, oltre alla caccia, è possibile organizzare meravigliosi safari fotografici o partecipare a esperienze di turismo naturalistico.

L’Okavango è un ecosistema unico, caratterizzato da una vasta rete di canali, lagune, paludi e isole, che attira una grande varietà di fauna selvatica. Questo ambiente unico supporta una ricca diversità di specie, molte delle quali sono trofei magnifici.

La caccia grossa nella regione del delta dell’Okavango comprende specie iconiche come elefanti, bufali, leoni, leopardi ed eventualmente rinoceronti. La regione, oltre ai Big Five, ospita anche numerose altre specie di antilopi, zebre, giraffe, ippopotami, coccodrilli e una straordinaria varietà di uccelli.

Le vaste aree di paludi, canali e foreste alluvionali offrono un habitat ideale per molte di queste specie. Gli elefanti sono stati particolarmente abbondanti nell’area e spesso migrano attraverso i corridoi fluviali. I bufali sono presenti nelle zone di savana e leoni, leopardi e altri grandi felini predatori sono spesso avvistati nelle aree più boschive.

La Central Kalahari Game Reserve

Nulla può preparare un visitatore alla pura grandezza e immensità della Riserva di caccia del Kalahari Centrale (CKGR), né alla sua selvaggia e misteriosa bellezza. Si ha subito l’impressione di uno spazio infinito, che dà la sensazione di avere l’intera riserva tutta per sé.

Le erbe dorate alte fino alla vita si estendono fino all’orizzonte, intervallate da alberelli e cespugli nani. Ampie e vuote distese di terra bianca appaiono come vaste estensioni di terra piatta come una frittella, che incontrano il cielo morbido e bianco-azzurro del Botswana. Di notte le stelle sono veramente mozzafiato, dominano completamente la terra con la loro brillantezza e immediatezza.

La CKGR è la riserva più grande e remotamente situata nell’Africa meridionale e la seconda più grande riserva di fauna selvatica al mondo, con una superficie di 52.800 km quadrati.

Durante e subito dopo le buone piogge estive, le pianure erbose delle zone settentrionali della riserva pullulano di fauna selvatica, che si raduna nelle migliori aree di pascolo. Questi includono grandi branchi di springbok, gemsbok, gnu, damaliscio, eland e giraffe. La sabbia argentea del Terminalia, le acacie del Kalahari e le foglie di melo del Kalahari dominano il paesaggio, intervallate da distese erbacee e punteggiate da occasionali dune, stagni e poco profonde vallate fluviali fossili.

Inizialmente istituita nel 1961 per servire come santuario per il popolo San nel cuore del Kalahari (e del Botswana), la CKGR offre spazio per stili di vita tradizionali, senza intrusioni o influenze dal mondo esterno. Dopo 30 anni di chiusura, negli anni ’80 e ’90 ci sono stati tour auto-guidati e organizzati in modo limitato. A seguito di iniziative promosse dal Governo del Botswana per diversificare il turismo nel paese, le autorità hanno concesso concessioni per la costruzione di lodge. Questi siti si trovano ai margini e all’interno della riserva, consentendo l’accesso ai cacciatori in volo.

La Valle dell’Inganno, situata a nord, è uno dei punti salienti della riserva grazie alle dense concentrazioni di erbivori che si radunano per nutrirsi delle dolci erbe che sbocciano dopo la stagione delle piogge. Naturalmente, questi animali attirano i soliti predatori erranti. La Valle dell’Inganno è anche una delle zone più frequentate della riserva, con molti campeggi pubblici e vicinanza all’ingresso orientale di Matswere. Gli altri due ingressi si trovano sul lato opposto della riserva, a Xade e Tsau, dove sono disponibili anche campeggi pubblici.

Oggi, sebbene la caccia sia stata finalmente regolamentata, il delta dell’Okavango è una destinazione privilegiata per il turismo venatorio. I safari fotografici offrono ai cacciatori in viaggio con la famiglia la possibilità di osservare e fotografare la straordinaria fauna selvatica in un ambiente naturale intatto. La regione è rinomata per la sua bellezza paesaggistica, la ricchezza della fauna selvatica e offre esperienze indimenticabili agli amanti della natura.

Il clima in Botswana

Il clima del Botswana è semi-arido. Sebbene sia caldo e secco per gran parte dell’anno, c’è una stagione delle piogge che si protrae durante i mesi estivi. Quando piove, tende ad essere episodico, imprevedibile ed estremamente regionale. Spesso un forte acquazzone può verificarsi in un’area mentre a 10 o 15 km di distanza non c’è pioggia affatto. Le piogge sono spesso seguite da un forte sole, in modo che gran parte delle precipitazioni non penetri nel terreno, ma venga persa per evaporazione e traspirazione.

‘Pula’, una delle parole più frequentemente udite in Botswana, non è solo il nome della valuta del Botswana, ma anche la parola Setswana per pioggia. Allo stesso modo, la parola viene utilizzata come brindisi, dove in altri paesi si potrebbe augurare buona salute. Molte cose che accadono in Botswana dipendono da questa essenziale e spesso scarsa risorsa.

Stagioni in Botswana

Ad eccezione dell’inizio dell’estate che porta un calore torrido, il clima del Botswana è uno dei suoi principali punti di attrazione. La stagione estiva inizia a novembre e termina a marzo. Di solito porta temperature molto alte ma le stesse temperature portano condizioni instabili e piogge che possono raffreddare notevolmente l’ambiente, anche se solitamente solo per brevi periodi di tempo.

La stagione invernale inizia a maggio e termina ad agosto. Questo è anche il periodo secco in cui praticamente non cade pioggia. Le giornate invernali sono sempre soleggiate e fresche o calde. Tuttavia, senza nuvole, le temperature serali e notturne possono scendere rapidamente al di sotto dello zero in alcune aree, specialmente nel sud-ovest.

I periodi intermedi – aprile/inizio maggio e settembre/ottobre – tendono ancora ad essere asciutti, ma le giornate sono più fresche rispetto all’estate e le notti più calde rispetto all’inverno.

Piogge

Il cacciatore deve tenere presente che la stagione delle piogge è in estate, con ottobre e aprile come mesi di transizione. Gennaio e febbraio sono generalmente considerati i mesi di picco. La precipitazione annuale media varia da un massimo di oltre 650 mm nell’area estrema a nord-est del distretto di Chobe a un minimo di meno di 250 mm nell’area estrema sud-ovest del distretto di Kgalagadi. Quasi tutte le precipitazioni si verificano durante i mesi estivi, mentre il periodo invernale rappresenta meno del 10 percento delle precipitazioni annuali. In generale, la quantità di pioggia diminuisce e l’irregolarità aumenta più si va verso ovest e sud.

Temperature

Le giornate estive sono calde, specialmente nelle settimane che precedono le piogge rinfrescanti, e le temperature all’ombra raggiungono i 38°C e oltre, arrivando a un cocente 44°C in rare occasioni. Gli inverni sono sereni e aridi, l’aria seduttivamente calda durante le ore diurne ma, a causa della mancanza di nuvole, fredda di notte e al mattino presto. A volte in modo pungente: il gelo è comune e piccole quantità di acqua possono ghiacciare.

Umidità

In estate, durante la mattina l’umidità varia dal 60 all’80% e scende al 30-40% nel pomeriggio. In inverno, l’umidità è considerevolmente inferiore e può variare tra il 40 e il 70% al mattino e scendere al 20-30% nel pomeriggio.

Per i cacciatori, i migliori mesi per la caccia grossa vanno da aprile a ottobre, sia per quanto riguarda il clima che l’avvistamento della fauna. Durante questo periodo, la fauna degli spazi aperti si raduna intorno all’acqua disponibile – gli abbeveratoi naturali e le dighe alimentate da pozzi – e sono quindi più visibili. La visibilità aumenta anche quando il clima è più secco e l’erba è più bassa.

Porta con te i tuoi fucili da caccia grossa in Africa e rivivi la leggenda del Safari Africano.

Arma consigliata

Plains game

Per tutte le destinazioni i calibri dal 7 mm, ai vari 30 (meglio se magnum) o l’europeo 8X68 sono adeguati persino all’abbattimento dell’Eland (la più grossa antilope africana)

Arma consigliata

Plains game

Per tutte le destinazioni i calibri dal 7 mm, ai vari 30 (meglio se magnum) o l’europeo 8X68 sono adeguati persino all’abbattimento dell’Eland (la più grossa antilope africana)

Realizziamo tutti i tuoi sogni

La tua soddisfazione è il nostro unico obiettivo. Se non hai trovato il programma che più fa per te, contattaci. Siamo pronti a organizzare al meglio un’indimenticabile viaggio di caccia e realizzare tutti i tuoi sogni.

Realizziamo tutti i tuoi sogni

La tua soddisfazione è il nostro unico obiettivo. Se non hai trovato il programma che più fa per te, contattaci. Siamo pronti a organizzare al meglio un’indimenticabile viaggio di caccia e realizzare tutti i tuoi sogni.

Scarica la scheda completa del programma

"*" indica i campi obbligatori

Caccia d’interesse
Ho letto l'Informativa sulla Privacy e do il mio consenso:

Dicono Di Noi

Rimarranno sicuramente ricordi indelebili nella memoria delle campagne scozzesi popolate da animali al pascolo e da tanti tanti Colombacci. Il primo giorno di caccia è stato molto emozionante. Il ricordo del primo Colombaccio venuto sul “gioco” è ancora vivo nella mia mente. L’ultimo giorno è inevitabilmente iniziato con il pensiero che purtroppo la bellissima avventura fosse ormai giunta al termine. Ma come spesso accade….le cose migliori arrivano alla fine…Ero circondato da un panorama meraviglioso, immerso in una distesa di colza appena tagliata con all’orizzonte solo il Mare del Nord! Da metà giornata sino al momento del rientro è stato tutto un susseguirsi di Colombacci che “curavano al gioco”. Un sogno che si realizzava! Tutto questo è stato possibile grazie alla vostra accurata organizzazione esempio di professionalità e dedizione a questa passione.

MASSIMO & MONICA

Il viaggio nell’isola di Bute è andato molto bene. Beccacce in numero più che sufficiente. Logistica, servizi, vitto e alloggio direi perfetti.Anche il meteo ci ha aiutato… infatti non ha mai piovuto nei 4 giorni. Grazie a Montefeltro che ha reso possibile questa esperienza venatoria!

GIANCARLO

Il mio primo Safari!! Un sogno che, grazie all’amico Luca, a Elena e a tutto lo staff della Montefeltro, è diventato realtà. Esperienza stupenda alle antilopi in Namibia che con paesaggi mozzafiato, con la bellezza e l’eleganza degli animali, con l’ottimo servizio al campo e con la gentilezza e la simpatia delle persone lì conosciute porterò per sempre nel cuore come uno dei ricordi venatori più belli!

STEFANO

Gent.ma Sig.ra Mara,

Colgo l’occasione per esprimerle il mio apprezzamento per l’eccellente organizzazione della recente caccia ai colombacci compreso il fortunoso  abbinamento con persone rivelatesi ottimi compagni di caccia e con i quali ho potuto instaurare una sincera amicizia. Non da meno è stata la già nota professionalità di Ian che si è adoperato in tutti i modi per renderci le giornate di caccia più fruttuose possibili anche se il passaggio dei colombacci era giunto quasi al termine. L’unica nota non proprio positiva è stata l’ospitalità del hotel che ha tentato una sistemazione  al nostro arrivo in camera comune ma grazie all’intervento di Ian è  riuscito ha solvere il problema. Attendendo di conoscere l’esito del prossimo viaggio la ringrazio ancora ed invio i miei migliori saluti.

AMEDEO

Cara Marina, io ed i miei amici ciprioti siamo tornati dalla Scozia. Tutto MOLTO BENE. Le aspettative erano di ottimo livello, ma direi che siamo andati ben oltre. Tutti siamo rimasti molto contenti, sia per l’organizzazione, sia per la location (bellissima, con una cucina eccellente), sia per la caccia. Animali bellissimi, un prelievo razionale e quattro giorni di caccia circondati da una Natura splendida. Molto gradita è stata l’assistenza di Mr. Greame. In buona sostanza, un’ottima esperienza venatoria di alto livello. Grazie anche a nome dei miei amici. Mi sembrava doveroso informarvi. Un caro saluto, Simone

SIMONE

Buonasera Mara,

“L’esperienza sulle Grouse di Glen Clova, con i nostri cani, è stata forse quella più appagante delle varie esperienze venatorie in giro per il Mondo, tra le quali posso annoverare la Lapponia, l’Uruguay, la Bulgaria ed altre ancora .Questo perché ha unito la difficoltà di una caccia su selvatici rustici, diffidenti, temprati alle insidie, anche più dei loro cugini lapponi, al relax ed alla classe offerto da una location davvero di prim’ordine.

Gli scozzesi sanno come gestire la fauna ed i territori, qui gli animali ci sono eccome, ma non li faranno mai sterminare da un prelievo sconsiderato. Per fortuna, perché qui ci tornerò di sicuro.”

ANGELO

Gentilissima Mara,

come anticipato telefonicamente esprimo la mia soddisfazione per l’intera organizzazione del viaggio, a partire da sua efficiente assistenza e grande cortesia sia a monte che durante i giorni in Crimea. In loco ho trovato altrettanta professionalità e calore umano.

“Definirei splendide le mie esperienze venatorie con Montefeltro. Tutto lo staff, dalla fase preparatoria di back office al personale di assistenza sul luogo di caccia, manifesta competenza e umanità.”

Colgo l’occasione per porgere a tutti cordiali saluti.

MARIO

“Anche quest’anno sono rimasto molto soddisfatto della caccia e dell’organizzazione Montefeltro. Dopo 54 anni di licenza ed esperienza di caccia in giro per il mondo, la Romania resta uno dei miei posti preferiti per le mie giornate di caccia”

ENRICO

Si è appena conclusa un’altra fantastica esperienza venatoria organizzata dagli amici della Montefeltro.

Questa volta in Bulgaria, nella splendida cornice dei Monti Rodopi, alla ricerca del “Re del bosco”.

Stupenda casa di caccia situata sulla riva di un lago, ottima cucina tradizionale, super accoglienza ed assistenza. Magnifico trofeo di Gallo Cedrone prelevato, già la prima mattina, dopo un lungo ed emozionante avvicinamento. Che dire…grazie Montefeltro!

STEFANO

Montefeltro è, senza ombra di dubbio, il più professionale tour operator a disposizione per gli appassionati di caccia. Competenza e disponibilità ne fanno certamente un assoluto consigliabile riferimento per coloro i quali intendono intraprendere un’avventura venatoria oltre confine, senza alcuna sorpresa. La mia personale esperienza in Scozia per la caccia alle femmine del cervo è stata certamente entusiasmante.

LEONARDO

Il Team Montefeltro

Luca Bogarelli, ama la caccia e la natura, vivendole entrambe in maniera totalizzante. Unendo a ciò la passione per il viaggio, è andato negli anni alla scoperta di luoghi, persone e fauna particolare in giro per il mondo.

“Viaggiatore con fucile” così si definisce Luca che ha accumulato esperienze di caccia in quasi tutto il continente africano ma anche in Asia, in America e in Europa in tutti i paesi venatoriamente interessanti.

LUCA BOGARELLI, Team caccia a palla
Davide gestisce la riserva sia per la caccia a piuma che per la caccia a palla. Ha studiato in Inghilterra dove ha conseguito un diploma in “Countryside Management” specializzandosi nelle varie tipologie di caccia e nella gestione del territorio. Inoltre, ha esperienza come addestratore di cani da ferma e ha partecipato a molte gare a livello europeo.
DAVIDE BARGAZZI, Responsabile riserva “Rivergaro”
Appassionato cacciatore (e ciclista) da sempre si dedica alle sue passioni. Un’ottima guida per i tuoi viaggi di caccia in tutto il mondo.
Seguirà tutti i programmi riservati agli amanti della piuma e li accompagnerà durante la stagione di caccia.
ENRICO ZAINA, Team caccia alla piuma
Nato con la pura passione per la caccia, da anni si dedica all’organizzazione di viaggi venatori. Conosce la Macedonia come le sue tasche.
Esperto cinofilo, seguirà i programmi di caccia alla piuma e accompagnerà i clienti durante la stagione.
ANGELO VEGLIANTI, Team caccia alla piuma
Presenza storica di Montefeltro. Dove c’è bisogno, Luigi arriva. Ha decennale esperienza nell’accompagnamento per la caccia alle allodole, quaglie, starne e beccacce. Organizza per Montefeltro, quando necessario, il traporto dei cani dei clienti con furgone attrezzato e conforme alle normative europee.
LUIGI GOFFI, Team caccia alla piuma

Contattaci

Il nostro staff è a tua disposizione per darti tutte le informazioni che cerchi o per personalizzare la tua vacanza di caccia come meglio desideri. La tua soddisfazione è il nostro unico obbiettivo.

Compila il form per ricevere maggiori informazioni dal nostro staff

"*" indica i campi obbligatori

Caccia d'interesse
Ho letto l'Informativa sulla Privacy e do il mio consenso: