A caccia di capre ispaniche: il Macho Montes

Published On: 30 Marzo 2021
spagna macho montes

A caccia allo stambecco nella caliente Spagna, si può vivere un viaggio venatorio dal fascino unico e ricco di emozioni.

Questo territorio suggestivo, amato da ogni tipo di cacciatore per le numerose tipologie di caccia che può offrire, presenta una biodiversità tale da rendere ogni avventura venatoria unica e indimenticabile.

Oltre alla caccia alla piuma e ai cervidi, senza dubbio la caccia regina della terra iberica è la caccia al Macho Montes, lo stambecco spagnolo.

Tra fiumi di timo e rosmarino che inondano come tappeti i fianchi brulli e sassosi delle montagne iberiche, gli Ibex spagnoli si muovono circospetti in piccoli branchi. Di questi animali, considerati i più pregiati della fauna iberica, se ne riconoscono quattro specie, differenti tra loro per forma e grandezza del trofeo: Beceite, Ronda, Gredos e Nevada.

Ma non c’è alcun dubbio che, qualsiasi specie di ibex tu decida di cacciare, ti regalerà le stesse emozioni venatorie e gli stessi profumi.

Alla Scoperta dll’ibex spagnolo: il Macho Montes

Il cacciatore viene avvolto da una fragranza di timo e rosmarino in uno scenario suggestivo, caratterizzato da alture di pietre e rocce. Il terreno di caccia montuoso è di certo meno aspro e duro rispetto a quello delle Alpi italiane, ma permette comunque avvicinamenti mozzafiato, trasformando questa caccia di montagna in una vera sfida. Ma non solo: qualsiasi esemplare voi preferiate cacciare, dal Beceite al Ronda, questo viaggio venatorio può essere un connubio perfetto tra turismo e caccia.

La Caccia al Beceite Ibex

La caccia al Beceite ibex richiede preparazione fisica e abilità tecnica.

Una delle tecniche di caccia al Beceite prevede di avvistare l’Ibex da una posizione elevata e poi pianificare un avvicinamento silenzioso e attento. Le alture rocciose e le gole profonde della regione richiedono al cacciatore di essere agile e capace di muoversi con sicurezza su terreni difficili.

Un’altra tattica possibile è quella della Caccia all’Ambush: Posizionarsi nei punti di passaggio abituali degli Ibex, spesso vicino a fonti d’acqua o aree di alimentazione, richiede pazienza e un’attenta osservazione oppure lo stalking che consiste nel seguire le tracce degli Ibex attraverso il loro habitat naturale può portare il cacciatore a scoprire angoli remoti e nascosti delle montagne, dove gli animali trovano rifugio.

La caccia al Macho Montes Beceite è un’esperienza emozionante e gratificante. L’adrenalina cresce con ogni passo silenzioso, con ogni movimento attentamente calcolato per evitare di essere notati dall’astuto animale. Il cacciatore deve fare affidamento su tutti i suoi sensi, utilizzando la vista per scorgere i segni della presenza dell’Ibex, l’udito per captare i suoni della natura, e l’olfatto per percepire eventuali segnali.

Questo Macho Montes è conosciuto per le sue imponenti corna arcuate, che possono raggiungere lunghezze significative. Le corna, spesse alla base e fortemente incurvate, sono un simbolo di forza e resistenza. Il manto di questo Ibex varia con le stagioni, passando da un colore più scuro in inverno a toni più chiari in estate, fornendo un eccellente camuffamento nei diversi ambienti naturali.

Macho Montez Beceite caccia allo stambecco

Cacciare il Beceite ibex non è solo una questione di trofei, ma un’opportunità per vivere un’esperienza autentica nella natura selvaggia. Ogni battuta di caccia è un’avventura che porta il cacciatore a confrontarsi con la bellezza e la durezza della natura. Le montagne della regione offrono un contesto unico, dove ogni passo è accompagnato dalla vista di paesaggi mozzafiato e dalla presenza silenziosa della storia.

La caccia al Beceite nelle vallate che guardano il delta dell’Ebro è un’esperienza che combina sfida, bellezza naturale e un profondo senso di storia. La regione tra Valencia e Barcellona, con le sue montagne imponenti e il suo ricco contesto storico perchè zone passate tristemente alla storia per essere state teatro della guerra civile spagnola, offre un’avventura di caccia senza pari. Per i cacciatori che cercano non solo un trofeo, ma anche un’esperienza che arricchisce l’anima e il cuore, il Beceite rappresenta una preda ideale in uno dei paesaggi più affascinanti della Spagna.

Macho Montez Gredos

Sulla Sierra di Gredos, non molto lontano da Madrid, il più maestoso dei Macho Montes, il Gredos, sfida il cacciatore sulle ripide pareti e tra i cespugli degli altopiani che degradano verso l’Estremadura.

La caccia allo stambecco spagnolo Gredos è un’esperienza unica che ogni cacciatore appassionato dovrebbe vivere almeno una volta nella vita. Lo stambecco di Gredos, una delle quattro sottospecie di stambecchi iberici, è conosciuto per le sue maestose corna che si curvano elegantemente all’indietro e per la sua robustezza. Questa sottospecie vive principalmente nella Sierra de Gredos, una catena montuosa situata nella Spagna centrale, a ovest di Madrid.

Le montagne della Sierra de Gredos offrono uno scenario spettacolare e impegnativo per la caccia. Caratterizzate da picchi rocciosi, profonde gole e vaste aree di praterie alpine, queste montagne sono l’habitat ideale per lo stambecco di Gredos. La caccia in questa regione non è solo una questione di abilità venatoria, ma anche di apprezzamento della natura e della sua bellezza incontaminata.

Caccia al Macho Montez Gredos in Spagna

Partecipare a una caccia allo stambecco di Gredos richiede una preparazione accurata. Il terreno montuoso e spesso impervio significa che i cacciatori devono essere in buona forma fisica e pronti a camminare su sentieri difficili. L’altitudine può variare notevolmente, e le condizioni meteorologiche possono cambiare rapidamente, aggiungendo un ulteriore livello di sfida all’avventura. I cacciatori devono essere preparati a navigare attraverso nebbie dense, venti forti e, occasionalmente, neve.

L’esperienza della caccia inizia solitamente all’alba, quando i cacciatori si avventurano nelle montagne con l’aiuto di guide esperte. Queste guide sono fondamentali non solo per la loro conoscenza del terreno, ma anche per la loro capacità di individuare e avvicinarsi agli stambecchi senza allertarli. Le guide conoscono i comportamenti e le abitudini degli stambecchi, sapendo dove cercare e come muoversi silenziosamente attraverso il territorio.

Avvistare uno stambecco di Gredos è sempre un momento emozionante. Questi animali sono straordinariamente agili e possono muoversi con sorprendente velocità e sicurezza tra le rocce. Avvicinarsi a uno stambecco richiede pazienza, abilità e una grande attenzione ai dettagli. Ogni passo deve essere calcolato, ogni movimento ponderato, per evitare di spaventare l’animale.

Quando finalmente si presenta l’opportunità di un tiro, il cacciatore deve mantenere la calma e concentrarsi. La precisione è essenziale, e l’adrenalina può rendere difficile rimanere stabili. Tuttavia, la sensazione di successo quando il tiro è ben piazzato e l’animale è abbattuto è indescrivibile. Non è solo il trofeo che conta, ma l’intera esperienza di connessione con la natura e di superamento delle sfide che il terreno montuoso impone.

Dopo la caccia, c’è un profondo senso di soddisfazione e rispetto per lo stambecco e per l’ambiente che lo ospita. Il trofeo, le maestose corna dello stambecco di Gredos, diventa un simbolo di questa avventura straordinaria. Ma oltre al trofeo fisico, ciò che rimane più impresso è l’intero viaggio: le albe fredde nelle montagne, il silenzio interrotto solo dai suoni della natura, e la compagnia delle guide che condividono storie e saggezza.

La caccia allo stambecco di Gredos è molto più di una semplice battuta di caccia. È un’opportunità per sfidare se stessi, per immergersi in uno dei paesaggi più spettacolari della Spagna e per creare ricordi duraturi. Per chiunque cerchi un’avventura che combina abilità venatoria, bellezza naturale e una profonda connessione con la natura, la caccia allo stambecco di Gredos offre tutto questo e molto di più.

I più piccoli tra gli Ibex Spagnoli: il Sierra Nevada e il Ronda

La’Ibex della Sierra Nevada e l’Ibex di Ronda offrono entrambe esperienze di caccia uniche, in alcuni dei paesaggi più spettacolari del paese.

Qui di seguito una descrizione dettagliata di ciascuna, delle aree in cui si cacciano, delle tecniche di caccia e delle piccole differenze tra le due.

Ibex della Sierra Nevada

L’Ibex della Sierra Nevada (Capra pyrenaica hispanica) si trova principalmente nelle montagne della Sierra Nevada, nel sud della Spagna, nella regione dell’Andalusia. Questa catena montuosa è caratterizzata da picchi elevati, pendii ripidi e una varietà di habitat che spaziano dalle foreste di conifere alle zone alpine.

La caccia al Macho Montez della Sierra Nevada è una vera avventura che richiede abilità, pazienza e preparazione fisica. Le tecniche principali includono:

  • Stalking (Inseguimento): Il cacciatore deve avvicinarsi silenziosamente all’animale, sfruttando la copertura naturale del terreno e il vento favorevole.
  • Spot and Stalk: Questa tecnica prevede di avvistare lo stambecco da una posizione elevata con l’ausilio di binocoli e cannocchiali, per poi pianificare l’avvicinamento.

Gli avvistamenti avvengono spesso ad altitudini elevate, dove gli Ibex sono più attivi nelle prime ore del mattino e nel tardo pomeriggio. Il terreno montagnoso e impervio richiede una buona condizione fisica e una preparazione adeguata.

L’Ibex della Sierra Nevada è noto per le sue corna grandi e arcuate, che possono crescere fino a 85 cm di lunghezza. Le corna sono spesse alla base e si curvano verso l’esterno e poi verso l’alto, creando una forma caratteristica.

Ibex di Ronda

L’Ibex di Ronda (Capra pyrenaica hispanica) si trova nelle montagne di Ronda, anche loro situate in Andalusia, ma in una zona più a ovest rispetto alla Sierra Nevada. Le montagne di Ronda sono note per le loro gole profonde, i paesaggi rocciosi e le foreste di querce e pini.

La caccia all’Ibex di Ronda segue tecniche simili a quelle della Sierra Nevada, ma il terreno può presentare sfide diverse:

  • Stalking in Gole e Scogliere: L’Ibex di Ronda spesso si rifugia nelle gole e sulle scogliere, richiedendo ai cacciatori di avvicinarsi con estrema cautela e precisione.
  • Spot and Stalk su Terreni Rocciosi: La presenza di formazioni rocciose offre numerose opportunità di avvistamento da lontano e pianificazione dell’avvicinamento.

L’Ibex di Ronda è leggermente più piccolo rispetto all’Ibex della Sierra Nevada. Le sue corna sono più corte e tendono a curvare più strettamente verso il cranio, creando un aspetto più compatto. Nonostante le dimensioni più ridotte, la caccia all’Ibex di Ronda è altrettanto impegnativa e gratificante.

Mentre entrambe le sottospecie appartengono alla stessa specie (Capra pyrenaica hispanica), presentano alcune differenze notevoli:

  • Dimensioni: L’Ibex della Sierra Nevada tende ad essere più grande dell’Ibex di Ronda.
  • Forma delle Corna: Le corna dell’Ibex della Sierra Nevada sono generalmente più grandi e più arcuate rispetto a quelle dell’Ibex di Ronda, che sono più corte e strettamente curve.
  • Habitat: Mentre entrambe le sottospecie vivono in aree montuose, le montagne di Ronda sono più rocciose e meno elevate rispetto alla Sierra Nevada.

Condividi Sul Tuo Social Preferito!